Archivi mese dicembre 2012

DUE VOLTE IERI di Maria Ripoll [Serie (In)Trovabili]

Victor Bukowski (Henshall), giovane promessa del teatro londinese, sbaglia a confessare le sue scappatelle alla bella fidanzata Sylvia Weld (Headey): la donna lo lascia all’istante e, invaghitasi di un altro uomo, inizia a pensare di maritarsi proprio con quest’ultimo. Come nelle migliori tradizioni, Victor comincia ad affogare la sua disperazione nell’alcool. Proprio in un bar Victor conosce la bella e misteriosa Diane (McGovern) la quale, dopo aver ascoltato lo sfogo dello sfortunato innamorato, gli dà qualche consiglio e, nel congedarlo, gli presta un ombrellino rosso...

Continua

” La bicletta verde “, un film che rappresenta la conquista dell’indipendenza in un mondo tradizionalista

Arabia Saudita, in una scuola rigorosamente solo femminile Wadjda lotta per non soffocare i propri desideri di libertà. In particolare uno di questi riguarda l’acquisto di una bicicletta verde, con la quale potrà essere alla pari del bambino con cui gioca dopo la scuola. La sua famiglia non può permettersela e di certo non vuole che si faccia vedere su un oggetto tradizionalmente riservato agli uomini, così Wadjda comincia a cercare i soldi per conto proprio rendendosi conto ben presto che quasi tutti i metodi per farlo le sono proibiti. L’unica è partecipare ad una gara di Corano della scuola (lei che non eccelle nelle materie religiose), il cui primo premio è in denaro.
Per parlare della vita oggi nel suo paese, degli uomini e delle donne che lo animano e dell’oppressione dell’uomo...

Continua

“Argo”, una storia collegata all’assalto all’ambasciata statunitense di Teheran nel 1979

Nel 1979, in seguito alla fuga negli Stati Uniti dello Scià iraniano Mohammad Reza Pahlavi durante la rivoluzione, l’ambasciata americana di Teheran fu presa d’assalto dai rivoluzionari e i suoi impiegati sequestrati per più di 400 giorni. Sei cittadini statunitensi riuscirono a fuggire di nascosto e trovare rifugio nella residenza dell’ambasciatore canadese, il quale, a proprio rischio e pericolo, concesse clandestinamente ospitalità e supporto.
Per riportare in patria i propri connazionali la CIA organizzò una missione di esfiltrazione particolarmente audace, ideata dall’esperto del campo Tony Mendez e coadiuvata da una vera produzione hollywoodiana...

Continua

VIVERE di Franco Bernini

Con la sua celebre eloquenza, il narratore Paolini ripercorre un episodio semisconosciuto della vita di Vittorio De Sica. Nel 1944 il regista ciociaro sta girando “La porta del cielo” quando una pattuglia nazista fa irruzione sul set. Un generale tedesco (Bertorelli) sembra non sentire le ragioni che De Sica gli espone, con accanto visibilmente preoccupati i due attori del film, Girotti e la Mercader, quest’ultima futura moglie del regista.

Docufiction sceneggiata con la collaborazione di Sandro Veronesi, il lavoro di Bernini è molto interessante e ben fatto, a cominciare dai titoli di testa. Sempre straordinario Paolini, uno in grado di catturare l’attenzione anche se dovesse leggere un trattato di biochimica...

Continua

SANGUE E CEMENTO di Gruppo Zero

Il terremoto di L’Aquila narrato da Calabresi, uno degli inviati del programma televisivo “Le Iene”, il quale ci prende per mano e ci porta fra le rovine del capoluogo abruzzese, facendoci vedere le immagini dei primi soccorsi. Calabresi ci consente anche di ascoltare i dialoghi fra i feriti ancora sepolti sotto le macerie e i soccorritori; le interviste ai vari geologi, responsabili scientifici, politici come la Pezzopane, presidente della provincia, e giudiziari come l’avvocato Taormina e il procuratore antimafia Grasso.

Insieme ad alcune immagini anche inedite, terribilmente belle e incisive, questo documentario/inchiesta rientra nel novero di opere simili che, se non evitano polemiche pretestuose frutto del senno di poi, almeno lasciano allo spettatore interessato la libertà di...

Continua

A LETTER TO ELIA di Kent Jones e Martin Scorsese

È una lettera d’amore per il grande cinema da parte di un geniale regista, verso un suo collega e maestro. Gli occhi di Scorsese brillano prima e si bagnano poi solo a pensare all’opera di Elia Kazan: non a caso fu proprio l’artista italo americano, fra molti applausi e qualche ridicolo fischio, quest’ultimo retaggio di un’infelice testimonianza che Kazan fece alla commissione McCarthy negli anni Cinquanta, a voler consegnare nel 1999 a Kazan l’Oscar alla carriera. Come per i precedenti, anche in questo caso non possiamo non inchinarci all’alto spessore e fascino che esercita un documentario di Scorsese dedicato al cinema.

 Umberto Berlenghini

A LETTER TO ELIA di Kent Jones e Martin Scorsese 
USA – 2010 – 60’  - Documentario
Continua

Betty Fisher e altre storie di Claude Miller

Nel giorno dell’arrivo in casa di sua madre Margot (Garcia), la celebre scrittrice parigina Betty Fisher (Kiberlain) perde il proprio bambino a causa di una banale caduta da una finestra. Nel tentativo di attenuare l’atroce dolore che ha colpito Betty, e allo stesso tempo per riconquistare il suo affetto da anni messo in discussione, Margot decide di rapire un ragazzino trovato in strada per affidarlo proprio a Betty...

Continua

Frankenweenie di Tim Burton diventa un vero e proprio film.Presentato in anteprima al Noir Film Festival

Cartoon del 1984 diventa film, nelle sale dal 17 gennaio

Un cortometraggio del 1984 di Tim Burton’ diventa oggi un bellissimo film vero e proprio d’animazione in bianco e nero, girato con grandi mezzi, anche in 3D stereoscopico, nelle sale italiane il 17 gennaio. Presentato  in anteprima a Courmayeur durante  Noir Film Festival. Burton ha spiegato che si tratta di un ”qualcosa di molto personale”, in cui ha cercato di mantenere inalterato il cuore della vecchia versione, arricchendolo con dinamiche sociali. E’ destinata a restare nella storia del cinema l’avventura del cagnetto resuscitato dal piccolo padrone ad imitazione di Frankenstein e respinto dal quartiere e dagli amici stupefatti ed inorriditi...

Continua

Amy’s o : finalmente l’amore

GLI (IN)TROVABILI

AMY’S O: FINALMENTE L’AMORE di Julie Davis – USA – 2001 – 85’

Con Julie Davis, Nick Chinlund, Caroline Aaron, Mitchell Whitfield

 Amy Mandell (Davis), giovane e belloccia scrittrice con un radioso futuro davanti, grazie alle sue vicissitudini amorose, si è specializzata nella narrativa e nella saggistica destinata ai cuori solitari, meglio se femminili. Convinta assertrice dell’indipendenza dagli uomini fino ad arrivare al “fai da te”, a poco a poco Amy diventa la guida spirituale di tutte le donne ansiose di prendersi la rivincita sul loro storico “nemico”, il maschio inaffidabile e traditore...

Continua

Una bella storia raccontata da Robert Redford nel suo ultimo film

La regola del silenzio

Una bella storia quella raccontata da Robert Redford nel suo ultimo film, The company rd nel suo ultimo film, The company you keep – La regola del silenzio. Un fatto avvenuto durante la guerra in Vietnam che a trent’anni di distanza torna prepotentemente a farsi vivo. Siamo negli anni ’70: gli Stati Uniti sono nel pieno della guerra in Vietnam e i giovani sono in rivolta. I dissidenti più accaniti si riuniscono nel gruppo dei Wheather Underground e una rapina si conclude drammaticamente con la morte di un poliziotto.
Dei quattro attivisti si perdono le tracce.
XXI secolo: Sharon Solarz (Susan Sarandon) è moglie e madre di due figli ormai grandi. Rivolge uno sguardo deciso e rassegnato al marito e va a fare benzina...

Continua